Uno nessuno e centomila

Uno nessuno e centomila

In realtà ognuno di noi ospita una legione, ma per portare un esempio facciamo finta che l’esistenza di un individuo sia governata da 10 entità (ego) le quali si esprimono ognuna attraverso un identificazione.
 
Ogni entità spingerà l’individuo verso le frequenze di proprio interesse che agli occhi dell’umano incarnato prenderanno le sembianze di obbiettivi, scopi, aspirazioni, traguardi…
Ora mettiamo che su 10 identificazioni ognuna con i propri traguardi, questo individuo ne riesca a raggiungere pochi o nessuno….come si sentirebbe?
 
frustatrato? perdente? infelice? triste?….
 
Forse proverà ognuna di queste, ma riuscirà a rendersi conto che nessuna di quelle che crede sconfitte e che gli provocano afflizione sono in realtà il fallimento di una sua volontà?
 
Un padre imprenditore di successo fa di tutto perchè il figlio raggiunga lo stesso traguardo, il figlio sente il peso delle aspettative ma purtroppo non riesce, non è la sua natura, sente di essere una delusione ed in fine viene anche attaccato…ma l’obbietivo mancato era del figlio?
 
L’individuo soffrirà fino a quando non capirà di non essere ciò che crede di essere, perchè ciò che realmente è non ha aspettative, non gli impone una strada ne una identificazione…non lo ricoprirà di felicità o orgoglio di tipo egoico ma neanche lo farà mai sentire frustrato o perdente.
 
Nel chiedersi io chi sono la risposta iniza a divenire corretta quando quell’io scompare…siamo un unità scomposta in tante forme di vita…un entità “divina” la cui particolarità non è rincorrere obbiettivi ma creare e sperimentare ciò che crea.
 
Un abbraccio di luce con tutto il cuore.
 
FC s7ars
Seguici: